Fatto n. 251
Guardate qui: tutti i nostri ananas freschi sono equosolidali

Da febbraio 2015 abbiamo effettuato il passaggio al fairtrade di tutti i nostri ananas freschi. In questo modo creiamo direttamente delle migliori condizioni di vita e di lavoro per i lavoratori delle piantagioni di ananas e per i piccoli coltivatori in Ghana e Costa Rica.

Da febbraio 2015, abbiamo convertito tutta la nostra gamma di ananas freschi in frutta certificata per il commercio equo e solidale.

Per i lavoratori questo comporta un reddito fisso e prestazioni sociali aggiuntive grazie ai contratti di lavoro a tempo indeterminato. Grazie ai premi ottenuti con il commercio fairtrade, che ritornano nel paese di provenienza del prodotto, in quegli stati è possibile realizzare delle infrastrutture quali fontane di acqua potabile o scuole. La nostra collaborazione con la Fondazione Max Havelaar risale al 1992, insieme ci impegniamo per coltivazioni sostenibili e un commercio equo.

Dicembre 2015: l commercio equo e solidale visto dai piani alti

Febbraio 2015: tutti i nostri ananas sono equosolidali al 100%

  • Dal febbraio 2015 tutti i nostri ananas freschi vengono commercializzati in modo equo.
    Foto: Remo Nägeli
  • Passando alla frutta certificata per il commercio equo e solidale, creiamo direttamente migliori condizioni di vita e di lavoro per i lavoratori delle piantagioni di ananas.
    Foto: Remo Nägeli
  • Ciò migliorerà direttamente le condizioni di vita e di lavoro dei piccoli agricoltori del Ghana e del Costa Rica.
    Foto: Remo Nägeli
  • Per i lavoratori, ciò significa soprattutto che percepiscono un reddito regolare.
    Foto: Remo Nägeli
  • Tuttavia, oltre al reddito regolare, i lavoratori possono anche ricevere prestazioni sociali attraverso contratti di lavoro a tempo indeterminato.
    Foto: Remo Nägeli
  • I premi per il commercio equo e solidale, che ritornano nei paesi d'origine, consentono di realizzare diversi progetti infrastrutturali.
    Foto: Remo Nägeli
  • La riduzione dei premi per il commercio equo e solidale consente la realizzazione di progetti infrastrutturali quali pozzi di acqua potabile o edifici scolastici.
    Foto: Remo Nägeli
  • Siamo partner della Fondazione Max Havelaar dal 1992.
    Foto: Remo Nägeli
  • Partner della Fondazione Max Havelaar dal 1992, siamo impegnati nella coltivazione sostenibile e nel commercio equo e solidale.
    Foto: Hartmut Fiebig
  • Dal febbraio 2015 vendiamo frutta fresca di ananas del commercio equo e solidale proveniente dal Ghana e dal Costa Rica per sostenere i lavoratori.

I nostri partner

Le nostre marche e i label

Altri fatti su questo argomento

Es ist ein Fehler aufgetreten!
Die Daten konnten nicht abgerufen werden, bitte laden Sie die Seite erneut.