Tessili

Sosteniamo la produzione solidale ed ecosostenibile di capi d'abbigliamento. Per garantire una produzione tessile responsabile, ci impegniamo a ridurre l'impiego di sostanze chimiche, promuoviamo l'uso di cotone equosolidale ed esigiamo il rispetto degli standard sociali nelle fabbriche.

Approccio sostenibile nella filiera tessile

La filiera tessile è spesso molto complessa, date le numerose fasi di lavorazione dalla materia prima al capo finito. Per questo il nostro approccio per la sostenibilità comprende l'intera filiera: esigiamo il rispetto dei requisiti sociali ed ecologici a vari livelli, in modo da garantire una produzione tessile responsabile.

Direttiva Tessili e pelle

Ad aprile 2013 abbiamo approvato la direttiva Tessili e pelle, che disciplina i requisiti minimi sul piano sociale, ecologico e tossicologico sia per la coltivazione delle materie prime tessili che per la successiva lavorazione, oltre a migliorare la trasparenza lungo la filiera. La direttiva sarà attuata gradualmente entro il 2020 e aggiornata con cadenza regolare in base ai progressi in campo tecnico e scientifico.

Standard sociali nella filiera tessile

Riteniamo importante assicurare il rispetto degli standard sociali e condizioni di lavoro eque in tutta la filiera. Circa il 95% dei nostri fornitori tessili presenta un buon risultato dell'audit secondo lo standard sociale amfori BSCI (amfori Business Social Compliance Initiative) o uno standard equivalente.

Per la produzione e il commercio dei tessili Coop Naturaline si applicano standard ancora più rigidi, il cui rispetto è sottoposto a controlli sistematici lungo l'intera filiera produttiva. La collaborazione con le nostre aziende partner è finalizzata a un miglioramento continuo e a lunga scadenza. Tutti i fornitori e subfornitori devono inoltre agire in conformità con gli standard amfori BSCI e ottenere a medio termine la certificazione SA8000, basata sulle convenzioni dell'Organizzazione internazionale del lavoro (ILO) e delle Nazioni Unite (ONU).

Ulteriori informazioni sull'argomento «tessili»

Impegno volontario per la riduzione delle sostanze chimiche

Per quanto riguarda le nostre marche proprie di tessili, ci impegniamo per una produzione a basso impatto ambientale e per condizioni di lavoro sicure ed eque. La nostra direttiva Approvvigionamento sostenibile regola fin dal 2012 l'impiego delle sostanze chimiche classificate come pericolose dall'ECHA (Agenzia europea per le sostanze chimiche), un’istituzione riconosciuta dall'UE. Con il Detox Commitment facciamo un ulteriore passo avanti. Nel 2013 siamo stati la prima azienda svizzera a sottoscrivere una dichiarazione d'intenti con Greenpeace con l'obiettivo di ridurre entro il 2020 le sostanze chimiche nocive nella produzione tessile.

Cotone

Da oltre vent’anni, con la nostra marca propria Naturaline, contribuiamo alla produzione etica di capi di vestiario in cotone bio. Grazie a questo impegno pluriennale siamo diventati il principale rivenditore di prodotti tessili in cotone biologico ed ecosolidale al mondo.

Closing the loop: nuova vita agli abiti usati

Per le nostre marche proprie puntiamo alla massima durata dei capi. Sostenibilità? Sì. Fast fashion? No, grazie. Per questo proponiamo capi dagli standard produttivi e qualitativi elevati, con uno stile che non passa mai di moda. E per chiudere il ciclo, promuoviamo diverse soluzioni sostenibili per il recupero degli abiti usati. La forma più ovvia per riciclare un capo d'abbigliamento non più indossato è cederlo ad altri che possano riutilizzarlo. In collaborazione con Tell-Tex ci impegniamo per la raccolta e il riciclo professionale degli abiti.

Gli ultimi fatti sui tessili

Scoprite i nostri ultimi fatti per una maggiore sostenibilità: se ne aggiungono continuamente di nuovi!

Es ist ein Fehler aufgetreten!
Die Daten konnten nicht abgerufen werden, bitte laden Sie die Seite erneut.