Olio di palma sostenibile

La domanda di olio di palma è in aumento a livello mondiale. Circa l’80% dell’intera produzione proviene da Indonesia e Malesia. Ma la coltivazione di questa materia prima non è priva di problemi, poiché sottrae superficie alle foreste pluviali, minacciando anche specie animali rare come l’orango.

Dal 2004 siamo membri della RSPO (Roundtable on Sustainable Palm Oil), un'associazione che promuove l’olio di palma prodotto in condizioni di sostenibilità sociale e ambientale. Per le nostre marche proprie del settore Food necessitiamo di circa 2200 tonnellate di olio di palma all’anno; nel 2018 abbiamo coperto più del 99.4 percento di tale fabbisogno con olio da coltivazioni certificate RSPO. Un risultato che ci pone all'avanguardia nel mondo rispetto ad altri dettaglianti.

E ora faremo un altro grande passo avanti: in futuro useremo olio di palma con la Gemma Bio anche per produrre gli alimenti convenzionali di marca propria. Si tratta di olio da produzione sostenibile, tracciabile fino alla piantagione. I produttori di olio di palma certificato Bio Suisse sono tre e si trovano in Brasile, Colombia e Madagascar.

L'olio di palma con la Gemma Bio presenta i seguenti vantaggi:

  • Rispetta le severe direttive di Bio Suisse
  • Non è ottenuto da piante coltivate su superfici disboscate dopo il 1994
  • Per produrlo non sono state bruciate superfici forestali
  • Esclude l'impiego di pesticidi e concimi sintetici
  • Rispetta precisi standard sociali (condizioni di lavoro dignitose, divieto di lavoro minorile, partecipazione dei lavoratori ai processi decisionali, assicurazione sociale per i collaboratori e le collaboratrici)
  • Ove possibile, privilegia le cooperative di piccoli agricoltori

Inoltre, quando è ragionevole e fattibile, sostituiamo totalmente l'olio di palma con altri oli e grassi in prodotti di marca propria selezionati. Se vengono utilizzati altri oli o grassi tropicali, come ad esempio l'olio di cocco, questi devono provenire da una produzione Fairtrade e/o essere certificati Bio Suisse.

Nel settore Non Food continuiamo a impiegare olio di palma certificato RSPO poiché al momento non esistono alternative soddisfacenti.

Piantagione sostenibile di palme da olio

  • La domanda di olio di palma è in aumento in tutto il mondo.
  • Circa l'80% del fabbisogno totale di olio di palma proviene da Indonesia e Malesia.
  • La foresta pluviale viene spesso spostata quando si coltiva l'olio di palma.
  • Ci impegniamo affinché l'olio di palma venga prodotto in condizioni di responsabilità sociale e ambientale.

Inizio del nostro progetto dedicato alla sostenibilità

Insieme ai nostri partner Bio Suisse e Max Havelaar, abbiamo inoltre avviato un programma pluriennale di ricerca e sviluppo guidato dal FiBL (Istituto di ricerche dell'agricoltura biologica) e dedicato alla sostenibilità dell'olio di palma con la Gemma Bio.

In una prima fase, il FiBL ha sfruttato la cosiddetta "hotspot analysis" per eseguire una valutazione in merito alla sostenibilità presso otto diversi produttori di olio di palma in Africa e America del Sud. L'analisi ha coinvolto alcuni produttori certificati Bio Suisse, altri certificati RSPO e altri ancora convenzionali. I produttori di olio di palma certificati Bio Suisse hanno ottenuto valutazioni nettamente migliori di quelli certificati RSPO e dei produttori convenzionali: un risultato che conferma la validità della nostra scelta di portare avanti la conversione all'olio di palma con la Gemma Bio per i prodotti alimentari di marca propria.

La seconda fase prevede la realizzazione da parte del FiBL di un progetto di approvvigionamento insieme ad altri partner, con l'obiettivo di creare una catena di fornitura di olio di palma certificato Bio Suisse prodotto da piccoli coltivatori dell'Africa occidentale. In questo modo intendiamo sostenere i piccoli agricoltori non solo nel conseguimento della certificazione Bio Suisse, ma anche nell'ottimizzazione dei metodi di coltivazione e nell'attuazione di misure mirate a una maggiore sostenibilità.