Aziende di produzione

Il fabbisogno energetico dei nostri stabilimenti produttivi è elevato. Al contempo, in questi stabilimenti si produce energia in eccesso, ad esempio sotto forma di calore residuo, che può essere ricondotto nella produzione contribuendo così a una maggiore efficienza energetica.

Sfruttare le sinergie nella produzione e risparmiare energia

Dall'impianto per la maturazione delle banane al mulino per cereali Swissmill fino al produttore di aceto Nutrex, di seguito vi illustriamo alcuni esempi concreti:
Nutrex è un impianto di produzione Coop che utilizza il calore residuo del processo di produzione per riscaldare gli aceti al fine di preservarli.

Nutrex, lo stabilimento produttivo di Coop, recupera il calore residuo

Nutrex produce aceto. Il calore residuo viene riutilizzato al meglio con l'aiuto di due pompe di calore, da un lato per riscaldare l'aceto rendendolo conservabile e dall'altro per riscaldare gli ambienti di lavoro. In questo modo non sono necessarie altre forme di riscaldamento.

Coop prepara le sue banane con il calore residuo.

Impianto per la maturazione delle banane: riscaldamento e raffreddamento

Nel nostro impianto di Kaiseraugst (AG) facciamo maturare ogni anno 23 000 tonnellate di banane, un processo che richiede un grande dispendio di calore. Al contempo, le banane devono essere tenute al fresco per mantenerne inalterata la freschezza. Entrambi i processi richiedono molta energia. Grazie alla modernizzazione degli impianti di refrigerazione e alla sostituzione dei vecchi riscaldamenti a gasolio con il calore residuo derivante dalla refrigerazione, oggi l'impianto risparmia 40 000 litri di gasolio all'anno, che corrispondono a 115 tonnellate di CO2 in meno. In questo modo abbiamo realizzato uno stabilimento CO2 neutrale.

Per ridurre le emissioni di CO2, durante la lavorazione abbiamo convertito le trasmissioni a cinghia piatta in trasmissioni a cinghia dentata.

Panetteria Coop e Swissmill

La centrale di distribuzione di Schafisheim ospita la più grande panetteria della Svizzera. Per produrre calore nella nostra panetteria, oltre al cippato di legno, utilizziamo anche i sottoprodotti del nostro mulino Swissmill.

Altri progetti

  • Dal 2011 il nostro grande panificio di Gossau (SG) è il primo panificio industriale della Svizzera a utilizzare un moderno impianto di combustione a trucioli di legno (fatto n. 224). In questo modo siamo riusciti a ridurre le emissioni annue di CO2 del 70 %, l'equivalente di 900 tonnellate.
  • Con un'operazione di risanamento siamo riusciti a ridurre del 30 % il fabbisogno di calore annuo della nostra centrale di distribuzione di Wangen (fatto n. 30). Oggi copriamo già questo fabbisogno per il 70 % grazie a tre pompe di calore ad acqua freatica. Il resto del calore è fornito da un nuovo riscaldamento a gas.

I nostri ultimi fatti sulle aziende di produzione

Scoprite i nostri ultimi fatti per una maggiore sostenibilità: se ne aggiungono continuamente di nuovi!

Es ist ein Fehler aufgetreten!
Die Daten konnten nicht abgerufen werden, bitte laden Sie die Seite erneut.