Fatto n. 372
Cacao sostenibile del Ghana: non solo bio e fair

Con i nostri partner iniziamo un percorso rivoluzionario nelle coltivazioni di cacao in Ghana, per aumentare e diversificare i redditi di 2900 famiglie e passare nel lungo termine a un'economia agroforestale più sostenibile.

In Ghana la pratica della monocoltura ha impoverito i terreni di molti piccoli coltivatori di cacao, rendendo le piante più vulnerabili a parassiti e malattie. La situazione, già grave, peggiora ulteriormente a causa dell’impiego di fertilizzanti e pesticidi sintetici.

Questo progetto, che portiamo avanti con il nostro produttore di cioccolato HALBA, la piattaforma svizzera del cacao sostenibile, la Segreteria di Stato dell'economia svizzera (SECO), l’ITC, Max Havelaar e il WWF, punta a migliorare le condizioni di vita dei piccoli agricoltori, garantendo allo stesso tempo una coltivazione sostenibile del cacao. Al programma partecipano anche Fairtrade Africa, la Danish International Development Agency e la cooperativa Kuapa Kokoo Farmers Union.

Coltivazione più sostenibile e redditi più elevati per i coltivatori di cacao

Il progetto prevede la sostituzione di almeno 400 ettari di monocolture con colture miste di cacao, piante utili e altre varietà con cicli vitali diversi, allo scopo di rendere le piantagioni più sostenibili e più resistenti a parassiti, malattie e variazioni climatiche. La sua attuazione richiede conoscenze approfondite, che gli agricoltori acquisiranno tramite corsi di formazione a cadenza regolare.

Il programma contribuisce all’aumento della biodiversità, mitiga gli effetti del cambiamento climatico e incrementa la produttività del cacao. Inoltre, il passaggio a una coltivazione mista aiuta le 2900 famiglie di agricoltori a differenziare le proprie fonti di reddito, grazie alla vendita di altri prodotti, quali banane, papaya, yam e manioca.

Per la prima volta in combinazione con un progetto di afforestazione

In prima mondiale, questo sistema dell'agroforestazione dinamica ad alta diversificazione colturale verrà integrato con un progetto di tutela del clima: negli appezzamenti agroforestali si pianteranno alberi per offrire ombra alle piante di cacao e fungere da riserve idriche, così da compensare allo stesso tempo le emissioni di CO2 e sostenere i coltivatori di cacao nel passaggio dalle monocolture alle colture miste.

Il progetto promuove inoltre la cooperazione diretta con operatori di mercato selezionati e la creazione di catene di valore aggiunto per commercializzare a livello locale, nazionale e internazionale i diversi prodotti degli agricoltori coinvolti.

I nostri partner

Le nostre marche e i label

Altri fatti su questo argomento

Es ist ein Fehler aufgetreten!
Die Daten konnten nicht abgerufen werden, bitte laden Sie die Seite erneut.