Fatto n. 288
Per patate di sangue blu

Le Blu di Svezia sono un'antica varietà di patate. Grazie alla nostra opera pionieristica in collaborazione con Pro Specie Rara e a un progetto di sviluppo unico nel suo genere, siamo riusciti a moltiplicare questa varietà minacciata dall'estinzione e a renderla quindi accessibile ai consumatori.

Le vecchie varietà di patate, come la Svezia azzurra, non devono andare perdute.

Pro Specie Rara si impegna nella tutela della conservazione di varietà e razze tradizionali. 5I sapori, i colori e le peculiarità della biodiversità svizzera rappresentano un'importantissima riserva genetica e una serie di caratteristiche importanti da conservare e tutelare. Le patate come le Blu della Svezia o le Blu di San Gallo aiutano a far conoscere il lavoro di Pro Specie Rara a un pubblico più vasto. Con il Fondo Coop per lo sviluppo sostenibile promuoviamo la produzione di sementi e lo sviluppo delle varietà di piante. Per questo investiamo ogni anno nelle patate Pro Specie Rara 50'000 franchi. (Foto: Pro Specie Rara)

  • L'organizzazione Pro Specie Rara si impegna affinché le varietà e le razze tradizionali continuino ad esistere.
    Foto: Pro Specie Rara
  • La varietà della nostra selezione di patate svizzere è determinata dai diversi sapori, colori e idoneità.
    Foto: Pro Specie Rara
  • Preservare questa diversità della nostra selezione svizzera di patate è importante e sensato.
    Foto: Pro Specie Rara
  • Con il Fondo Coop per lo sviluppo sostenibile sosteniamo la selezione delle sementi e lo sviluppo delle cosiddette sementi.
    Foto: Pro Specie Rara
  • A tal fine ogni anno vengono investiti CHF 50'000.- in patate Pro Specie Rara.
    Foto: Pro Specie Rara
  • In collaborazione con Pro Specie Rara siamo riusciti a diffondere questa varietà a rischio grazie a un progetto di sviluppo e infine a metterla a disposizione dei nostri clienti in negozio.
    Foto: Pro Specie Rara

I nostri partner

Le nostre marche e i label

Altri fatti su questo argomento

Es ist ein Fehler aufgetreten!
Die Daten konnten nicht abgerufen werden, bitte laden Sie die Seite erneut.