Fatto n. 14
Siamo maestri nell'arte dell'imballaggio

Per preservare le risorse, dal 2010 ci impegniamo continuamente a migliorare il materiale che utilizziamo per i nostri imballaggi.

Ove possibile, Coop non confeziona frutta e verdura.

Siamo così riusciti a risparmiare o a migliorare a livello ecologico oltre 6’500 tonnellate di materiale, ad esempio cercando di non imballare la frutta e la verdura (base: fine 2015). Per gli imballaggi destinati al latte, ai succhi e alle bevande fresche siamo passati al cartone certificato FSC e abbiamo ridotto la quantità di materiale necessaria alla produzione di bottiglie in PET.

Vogliamo ridurre il più possibile la quantità di materiali utilizzata per imballare frutta e verdura. Per questo nei nostri supermercati abbiamo introdotto la
multibag, una soluzione innovativa realizzata con cellulosa certificata FSC che sostituisce i sacchetti di plastica (Fatto n. 352). Abbiamo fatto un ulteriore
passo in avanti: le nostre mele bio Naturaplan vengono vendute in foodtainer di carta erba, che richiede al massimo il 40% di energia rispetto agli imballaggi
in pura pasta di legno (Fatto n. 365). E non è finita qui: le retine delle nostre cipolle vengono realizzate con il 100% di fibre di cellulosa. La cellulosa si ottiene da legno ricavato dal diradamento di foreste dell’Europa centrale e costituisce un'alternativa ecologica alle comuni retine in plastica (Fatto n. 368). Dall'autunno 2018 la frutta e la verdura bio del nostro assortimento verranno vendute senza imballaggio. (Foto: Remo Nägeli)

I nostri partner

Altri fatti su questo argomento

Es ist ein Fehler aufgetreten!
Die Daten konnten nicht abgerufen werden, bitte laden Sie die Seite erneut.