Fatto N. 227
Riutilizzo del calore residuo da parte di terzi

Poiché il calore residuo non può sempre essere riconvertito, Coop lo riutilizza in prima persona per il riscaldamento dei propri locali. Inoltre, il calore in eccesso viene ceduto anche a terzi in modo da sfruttare al massimo questa risorsa.

Coop rilascia l'eccesso di calore di scarto agli altri in modo che possa essere utilizzato in modo ottimale.

Un esempio concreto è il nostro negozio di Bettmeralp VS, che impiega il proprio calore residuo per il riscaldamento dei locali e, al contempo, ne cede una quota all'Hotel Walliserhof, situato sopra al supermercato. Il calore acquisito viene riutilizzato dalla struttura per soddisfare quasi completamente il proprio fabbisogno energetico.

Altri fatti su questo argomento

Es ist ein Fehler aufgetreten!
Die Daten konnten nicht abgerufen werden, bitte laden Sie die Seite erneut.